Cosa faccio

Secondo me, i libri sono piccole scatole che contengono meraviglie. Ce ne sono a migliaia: romanzi, novelle, testi teatrali, poesie, racconti, tutti popolati dai personaggi che li abitano e che mentre apparentemente vivono le loro vite ci parlano, in realtà, della nostra. Sono quindi semi di bellezza che meritano di essere osservati e che noi umani possiamo poi scegliere di piantare nella nostra interiorità.

Scarica qui il Pdf con la presentazione del progetto “Intorno ai libri”

Per questo propongo a Biblioteche, Gruppi di lettura, Associazioni, Scuole secondarie di secondo grado, Università della terza età e del tempo libero, alcuni incontri che possono a volte essere adattati in modo da venire rivolti anche all’ultimo anno delle Scuole secondarie di primo grado (tuttavia, anche quando hanno per tema libri tradizionalmente considerati per i più piccoli, gli incontri non sono consigliabili per bambini al di sotto dei 13 anni).

È un modo per proporre semplici riflessioni sulle tematiche narrative attraverso un linguaggio familiare e comprensibile, in cui mettere in luce la struttura del libro mostrando come anche le scelte “tecniche” degli autori contribuiscano alla creazione di mondi che sono i nostri stessi mondi, ciò anche quando si trovano in apparenza in luoghi lontani dalle nostre vite: gli autori che li hanno creati hanno espresso in essi le loro esperienze e soprattutto un profondo bisogno di comunicare.
Ogni vicenda che ci è stata narrata, anche la più iconica o la più datata, contiene elementi che ci riguardano perché chi l’ha scritta ha voluto comunicare una certa idea del mondo, e tra le righe ha inserito a volte immagini e messaggi che si possono scoprire aguzzando un poco la vista e aprendosi alla profondità contenuta in questi piccoli, preziosi oggetti che sono i libri.

Durante ogni appuntamento vengono letti alcuni brani del libro, in alcuni casi collegandoli ad altri testi dello stesso autore o di autori diversi. Brani musicali in sottofondo sottolineano i passaggi più significativi mentre alcune immagini aiutano a contestualizzare i vari riferimenti mostrando volti e luoghi importanti per la narrazione o anche schemi tecnici sulla struttura del racconto.
Gli incontri durano in generale 70’, riducibili quando richiesto dagli organizzatori a 60’. Ciascuno è autonomo rispetto all’altro, ma è possibile prevedere un collegamento tra diversi appuntamenti, ad esempio sullo stesso autore o su una medesima tematica.

Le necessità tecniche consistono semplicemente in un supporto per il videoproiettore e in uno schermo per la proiezione (ma è sufficiente anche una parete bianca). Non è necessaria un’amplificazione per voce/audio e solo in caso di sale particolarmente grandi è opportuno un contatto preventivo per valutare la possibilità di un’amplificazione maggiore rispetto a quella standard.
Gli incontri sono proposti gratuitamente, con verifica SIAE a cura degli organizzatori.